i cilentauri

Vai ai contenuti

Menu principale:

NOTIZIE VARIE

NEWS

Tutti i divieti e i limiti in Europa

Prendere una multa all’estero non è mai piacevole. Ecco la nostra guida anti sorprese in vista delle vacanze

In vista della partenza per le vacanze, è bene sapere che nei vari Paesi europei limiti e divieti cambiano spesso. E sono ben diversi dai nostri. Ecco cosa dovete sapere prima di partire.

In Germania con il caldo alcuni limiti di velocità sulle autostrade vengono abbassati (mentre, in linea generale, sulle autobahn non ci sono limiti di velocità): essi possono essere fissati a 100 o 120 km/h a seconda della temperatura.

Nella vicina Austria invece i divieti non interessano la rete autostradale, ma quella secondaria, in particolare in Tirolo. Ciò avviene per scoraggiare gli automobilisti che, per sfuggire al traffico autostradale, cercano di avventurarsi sulle strade “normali”, intasando le già piccole strade dei paesini.

In Francia occhio agli autovelox privati. Il governo dallo scorso anno ha autorizzato alla rilevazione della velocità anche soggetti privati, che girano con veicoli civetta dotati di rilevatore di velocità.

In Spagna invece è necessario guardarsi dall’alto. La locale Direcion general de trafico è dotata di 12 elicotteri dotati di telecamere in grado di rilevare le principali infrazioni commesse dai guidatori.

Fate poi attenzione anche ai limiti sulle strade extraurbane: in Francia sono passati dai 90 agli 80 km/h, mentre in Spagna dai 100 ai 90.


*
Alcune regole per le uscite in gruppo

Rispettare l'ora di partenza (non è giusto ne educato far aspettare coloro che rispettano gli orari)

E' buona regola, che sia la partenza che il ritorno sia fatto in gruppo, (tranne in casi eccezionali previa accordi)

Quando parti con un gruppo scegli una posizione nella quale vuoi stare e cerca di mantenerla.

Quando sei in gruppo cerca di mantenere uno stile di guida fluido e costante.

Evita di sorpassare gli altri motociclisti in prossimità di curve, rotonde, dossi ecc.

Segnala sempre più velocemente possibile, alzando un braccio o una gamba, a chi ti segue, un eventuale pericolo.

Se ti accorgi che qualcuno si è attardato, cerca di segnalarlo agli altri ed aspettatelo.

Ad una svolta, ad un incrocio o ad una deviazione usa gli indicatori di direzione,
attendi sempre che tutto
il gruppo abbia capito dove girare.


Quando sei in colonna, non gareggiare mai con nessuno del gruppo,
se sei in testa alla colonna e hai un passo più veloce degli altri provvederai a fermarti in seguito per attenderli.


Dai e prendi da almeno un partecipante del gruppo il numero di cellulare.
E' importante per la sicurezza e l'organizzazione di tutti.


Ricordati di prendere sempre la cartina con il tragitto del giorno (può risultare utilissima).

Se sei in coda al gruppo ed hai dei problemi e non riesci a farti vedere da chi ti precede...
fermati e chiama qualcuno sul cellulare, se non risponde mandagli un SMS,
appena si fermeranno vedranno il tuo messaggio, vale anche se hai sbagliato strada.


Se sei in capo al gruppo conduci la moto in maniera regolare e responsabile,
mantenendo una velocità adeguata per tutti.


Se sei in coda al gruppo, e chiudi le fila, verifica che tutti abbiano seguito la giusta direzione.

Se hai davanti un motociclista molto lento, abbi pazienza e seguilo fino alla sosta.

Divertiti sempre, ma con giudizio. Un azzardo può mettere a repentaglio la tua e l'altrui sicurezza.
Fa in modo che ogni uscita di gruppo sia un momento da ricordare,
anche per la responsabilità dimostrata nella guida da te e dai tuoi amici.
*

Quale patente per le moto

A

Conseguita prima dell'1/1/86, permette di guidare qualsiasi tipo di moto, anche nei Paesi dell'UE.

Conseguita tra l'1/1/86 e il 25/4/88, permette di guidare qualsiasi tipo di moto, ma solo in Italia.

Conseguita tra il 26/4/88 e il 30/9/93, permette di
guidare qualsiasi tipo di moto, anche nei Paesi
dell'UE.

Conseguita dopo il 30/9/93, la situazione si è complicata:
a 16 o 17 anni si ottiene La patente A1 (vedi box sotto).L'esame va sostenuto con una moto di cilindrata compresa tra 75 e 125 cm3 e potenza non superiore a 11 kW (15 CV).

a 18,19 o 20 anni si ottiene La patente A (vedi box sotto).

a 21 anni si ottiene La patente A (vedi box sotto), se l'esame viene svolto con una moto di potenza inferiore o uguale a 25 kW (34CV).

La patente A3 (vedi box sotto), se l'esame viene svolto con una moto di potenza uguale o superiore a 35 kW (48CV).

Il significato delle sigle

A
Conseguita dopo il 30/09/03 Facendo l'esame con una moto di almeno 120 cm3 di cilindrata e potenza inferiore o uguale a 25 kW (34CV), consente di guidare, per due anni, moto di qualsiasi cilindrata, ma con potenza massima di 25 kW (34CV). Poi, trascorsi i 2 anni, si trasforma automaticamente in A3 (cioè qualsiasi potenza).

A1

Conseguita fino al 30/9/99 Prima dei 18 anni, abilita alla guida di moto fino a 125 cm3 e con potenza massima di 11 kW (15CV) e senza passeggero.

Compiuti i 18 anni, si guidano moto di qualsiasi cilindrata, ma con potenza massima fino a 25 kW (34CV), con possibilità di trasportare un passeggero.

Dopo due anni non ci sono più limiti di potenza.
Conseguita dopo il 30/9/99 Prima dei 18 anni, abilita alla guida di moto fino a 125 cm3 e con potenza massima di 11 kW (15CV) e senza passeggero.

Compiuti i 18 anni, per poter guidare moto di qualsiasi cilindrata e con potenza massima fino a 25 kW (34CV), occorre sostenere un nuovo esame pratico, su un motociclo con cambio manuale, che faccia almeno 100 Km/h e che abbia una cilindrata di almeno 120 cm3. Trascorsi due anni dal nuovo esame pratico non ci sono più limiti di potenza.

A3

(= A "senza limiti")
Significa che è stato sostenuto l'esame con una moto con potenza di almeno 35 kW (48CV). Questa patente, conseguibile solo a 21 anni, abilita alla guida di moto di qualsiasi cilindrata e potenza.

B

Conseguita prima dell' 1/1/86 Permette di guidare qualsiasi tipo di moto, anche nei Paesi dell' UE.

Conseguita tra l' 1/1/86 e il 25/4/88 Permette di guidare qualsiasi tipo di moto, ma solo in Italia.

Conseguita dopo il 25/4/88 Si possono guidare moto fino a 125 cm3 e con potenza non superiore a 11 kW (15CV), ma solo in italia.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu